Curiosità sui fagioli neri

La crema di fagioli neri può essere un modo diverso per mangiare degli ottimi legumi. Il colore scuro dei fagioli neri è dato dai pigmenti chiamati antociani, sostanze antiossidanti con azione protettiva antinfiammatoria. Come tutti i legumi sono protettivi del sistema cardiovascolare e utili per chi soffre di stitichezza, grazie alla presenza di un’ elevata quantità di fibra, ben 16g ogni 100g di fagioli neri secchi. Non sono adatti invece a chi soffre di malattie infiammatorie intestinali e sindrome del colon irritabile (IBS) perché contengono un’elevata quantità di carboidrati fermentescibili (chiamati FODMAP), oltre a un eccesso di fibra. In questi casi la versione di legume in scatola o barattolo di vetro ne contiene quantità minori.

Sono ricchi proteine (il 22%) , ma anche di carboidrati (62g all’etto) e pochi grassi (1,4g ogni 100g). Contengono diversi sali minerali e vitamine come fosforo, potassio, magnesio, sodio, calcio, ferro, zinco, rame e vitamine del gruppo B. Come per il resto dei legumi, come ho spiegato per i ceci, per assorbire al meglio il ferro vegetale è necessario associare ai fagioli una fonte di vitamina C, mentre è essenziale l’ammollo per allontanare gli antinutrienti. L’alga kombu può essere aggiunta in cottura per ridurre i sintomi intestinali indesiderati provocati dalla maggior parte dei legumi in molte persone. Questa alga infatti rende il legume più morbido e digeribile. Anche creando la crema di fagioli, frullando il legume, può aiutare.

Visita il mio profilo Instagram o Facebook per altre curiosità su tantissimi alimenti!

Ingredienti

Per 2 persone

 

  • 100g di fagioli neri secchi

  • uno scalogno

  • una foglia di alloro

  • un pizzico di sale e di pepe

  • un cucchiaio di olio extra vergine di oliva

  • 700- 800ml di acqua

  • alga kombu

 

Preparazione

  1. Mettere in ammollo in abbondante acqua i fagioli neri secchi la sera prima. Il tempo di ammollo necessario lo trovi scritto sulla confezione;
  2. Il giorno seguente cambia un paio di volte l’acqua di ammollo dei fagioli;
  3. Quando sarà ora di cuocerli, elimina l’acqua di ammollo;
  4. Intanto soffriggi lo scalogno con pochissimo olio e il pizzico di sale (cerca di utilizzare quasi tutto l’olio a fine cottura della crema);
  5. Aggiungi i fagioli privati dall’acqua dell’ammollo, 700-800ml di acqua del rubinetto, l’alloro e l’alga kombu (quest’ultima per alleviare i sintomi indesiderati dei legumi);
  6. Fai cuocere per il tempo indicato sulla confezione se utilizzi una pentola normale; invece se utilizzi la pentola a pressione, possono bastare 30 minuti di cottura;
  7. A fine cottura elimina l’alga kombu e l’allora e frulla il tutto con un il mixer finché diventa una cremina in modo tale da ottenere la tua crema di fagioli;
  8. A fine cottura aggiungi la restante parte di olio a crudo, l’erba cipollina, il pepe e i semini oleaginosi se ti piacciono.

 

In abbinamento alla crema di fagioli utilizza pane vecchio tagliato a quadretti oppure i crostini.

 

Per altre ricette salate clicca qui.